Informare, potenziare, collegare

Proprio come gli esseri umani, i cani possono sviluppare l'osteosarcoma (OS) e prendere parte a studi clinici. Non solo questi studi danno ai proprietari l'accesso a nuovi farmaci per i loro animali domestici, ma i risultati possono aiutare a informare la ricerca su nuovi trattamenti per le persone con OS.

Una recente prova di fase 1 guidato dal dottor Robert J. Canter (Università della California) ha esplorato se l'interleuchina-15 (IL-15) potesse essere usata per trattare i polmoni metastasi nei cani con OS avanzato o melanoma (un tipo di pelle cancro).

Perché hanno scelto IL-15

IL-15 è prodotto dall'organismo per migliorare il sistema immunitario. Ciò lo aveva reso un candidato attraente per il trattamento del cancro e ora viene utilizzato come farmaco immunoterapico. Può attivare il sistema immunitario del corpo per combattere e uccidere le cellule tumorali. Mentre IL-15 ha mostrato alcune promesse sperimentazioni cliniche umane, la dose di IL-15 è stata limitata a causa di effetti collaterali e non ha avuto un effetto significativo sul cancro se somministrata da sola. 

Allora, cosa c'è di diverso questa volta? I ricercatori hanno cambiato il modo in cui viene somministrata l'IL-15. Invece di somministrare una flebo in vena o un'iniezione sottocutanea, in questo studio il farmaco è stato inalato. Ciò significa che IL-15 viene erogato direttamente ai polmoni, dove si trova il cancro. I ricercatori speravano che ciò avrebbe aumentato l'efficacia del farmaco e ridotto gli effetti collaterali.  

In cosa consisteva il processo

21 cani da compagnia con cancro avanzato sono stati reclutati per lo studio. 10 di questi cani avevano una OS che si era diffusa ai polmoni, un luogo comune in cui la OS si diffondeva sia negli esseri umani che nei cani. Il resto dei cani aveva un melanoma che si era diffuso ai polmoni. La prova aveva un disegno 3+3. Ciò significa che i cani sono stati reclutati in gruppi di tre con solo il primo gruppo che ha ricevuto il trattamento fino a quando la dose di IL-15 non si è dimostrata sicura. Una volta che il primo gruppo aveva dimostrato che il farmaco era ben tollerato, al gruppo successivo di tre è stata somministrata una dose maggiore del farmaco e così via fino a quando non è stata trovata la dose migliore (dose più efficace con effetti collaterali tollerabili).

Tutti i proprietari di cani coinvolti nello studio sono stati addestrati a somministrare IL-15 attraverso un nebulizzatore due volte al giorno in modo che il farmaco potesse essere somministrato a casa. Tuttavia, per garantire che i cani non reagissero male all'IL-15, la prima dose è stata somministrata al centro di sperimentazione ei cani sono stati attentamente monitorati.

I cani sono stati monitorati durante lo studio e seguiti dopo aver terminato il trattamento per vedere come avevano risposto.

Un veterinario che ascolta il cuore e i polmoni di un cane con uno stetoscopio

Cosa ha trovato il processo

Complessivamente 18 cani hanno terminato la prova.

  • 1 dog with melanoma had a complete response to the treatment.
  • 1 dog with OS had a good partial response meaning that some of the lung lesions shrank and others completely disappeared.
  • 5 cani (2 avevano OS) hanno mostrato una stabilizzazione della malattia, il che significa che le lesioni polmonari hanno smesso di crescere ma non si sono ridotte.
  • 11 cani non hanno risposto al trattamento e il cancro è progredito.

I ricercatori hanno testato diverse dosi di IL-15 e hanno scoperto che 70 microgrammi provocavano gravi effetti collaterali. Una dose di 50 microgrammi è stata ben tollerata e considerata la dose migliore. È stata anche la dose somministrata al cane che ha avuto una risposta completa al farmaco.

In che modo il processo avrà un impatto sulla ricerca futura 

Questo era un studio di fase 1 il che significa che solo un piccolo numero di cani è stato arruolato e l'obiettivo era trovare la dose migliore, che i ricercatori hanno ottenuto. I risultati hanno anche mostrato che l'IL-15 può essere efficace nel trattamento del cancro poiché alcuni cani hanno risposto al farmaco anche quando l'IL-15 è stata somministrata solo per 2 settimane. I ricercatori hanno suggerito che varrebbe la pena indagare su un ciclo di trattamento più lungo o sulla somministrazione del farmaco in combinazione con altri farmaci sia nei cani che nelle persone con OS.

Questo studio è un esempio di come le sperimentazioni cliniche sui cani con OS possono sia avvantaggiare i cani che stanno ricevendo un trattamento potenzialmente salvavita, sia aiutare a informare le sperimentazioni sull'uomo. Una sperimentazione di successo sui cani da compagnia fornisce maggiori informazioni e fiducia nell'esecuzione di prove simili nelle persone.

La tua prossima lettura

Sapevi che anche i cani possono annusare il cancro? Visita il nostro blog precedente dove discutiamo di uno studio recente in cui i cani sono stati addestrati a fiutare il sistema operativo.